giovedì 11 agosto 2016

Melasma: aggiornamento della situazione e nuova routine


Melasma, trattamenti antimacchie,macchie solari, picnogenolo,Vitamina C, Caudalie, Caudalie Poliphenol c15, Avene,Avene minerale spf 50+,Heliocare,Helicare Ultra

Sono passati due anni da quando ho parlato per la prima volta sul bolg della mia routine contro il melasma,e da allora alcune cose sono cambiate. Poichè ricevo sempre richieste su come mi sto trovando oggi e se le accortezze che ho usato hanno funzionato,ho pensato di  scrivere un apposito post al riguardo. Mi rendo conto che è un argomento specifico che non toccherà la maggior parte di voi,ma voglio lo stesso scrivere questo post per tutte le persone che soffrono di questa noiosa ed antiestetica problematica. Per chi non sapesse cosa è il melasma vi rimando qui  al mio vecchio post in cui cerco di spiegarlo sinteticamente.

Il mio melasma è apparso per la prima volta quattro anni fa durante una vacanza al mare,e da allora sono perennemente in lotta con queste odiose macchie,che nel mio caso si concentrano nella zona sovrastante le labbra e al centro della fronte.

In inverno le macchie si schiariscono naturalmente e grazie all'uso di prodotti schiarenti riesco a farle sparire completamente. Tuttavia in primavera quando i raggi del sole iniziano a diventare più forti puntualmente le macchie ricompaiono raggiungendo la loro massima intensità nei mesi estivi.

Il mio prodotto schiarente per eccellenza rimane il Siero Iklen,di cui ho ampiamente parlato nel post che vi ho linkato sopra.Tuttavia con il tempo ho scoperto delle nuove accortezze davvero utili che vorrei condividere con voi.


Nell'ultimo anno ho capito che il maggiore nemico del melasma è lo stress. Il melasma d'altra parte è esso stesso fonte di stress ed è soprattutto l'accanimento attraverso l'utilizzo di prodotti schiarenti aggressivi a peggiorarlo. Al momento sembra che questi prodotti funzionino,ma a lungo termine il problema ritorna forse anche peggio di prima.  Ho provato quest'esperienza sulla mia pelle : ho utilizzato di tutto per far andare vie le macchie,ed in un primo momento mi sembrava che la situazione migliorasse,poi al primo sole le macchie tornavano più scure di prima. Mi sono privata per due anni delle mie amate vacanze al mare,ed ero quasi terrorizzata dall'uscire di casa in estate per paura del sole. Per un periodo ho abbandonato la corsa all'aria aperta  che amo tanto per evitare che il mio melasma peggiorasse ,ed applicavo la protezione solare in maniera maniacale. Fino a quando ho capito che tutte queste privazioni e restrizioni non servivano a nulla. 

Quando ho capito che accanirsi contro il melasma non mi portava a nulla,ho abbandonato l'utilizzo di prodotti esfolianti aggressivi. Niente più trattamenti a base di acidi o peeling aggressivi che irritano soltanto  la pelle  facendo impazzire  ancora di più i melanociti. La pelle non va stressata ma coccolata. Così adesso l'unico trattamento schiarente che mi concedo è il Siero Iklen che non contiene acidi. Sebbene sia possibile utilizzarlo anche in estate perchè non è fotosensibile,io inizio ad utilizzarlo in autunno per un paio di mesi,giusto per attenuare completamente qualche macchiolina.

Durante tutto il resto dell'anno,ed in particolare nei mesi più a rischio ho iniziato ad utilizzare un semplicissimo siero a base di Vitamica C.  Ne esistono tantissimi in commercio, l'importante è che abbiano un'alta concentrazione di vitamina C che ha un forte potere antiossidante.

Al momento io sto usando il siero Polyphenol C15 di Caudalie, a base di polifenoli di vinaccioli d'uva che associati alla vitamina C hanno un grande potere antiossidante. Lo uso mattina e sera ,dopo la detersione  e una spruzzata di acqua termale.Lo trovo perfetto sotto la crema solare perchè è idratante ma leggero,e con il caldo non fa sudare la pelle.

Melasma, trattamenti antimacchie,macchie solari, picnogenolo,Vitamina C, Caudalie, Caudalie Poliphenol c15, Avene,Avene minerale spf 50+,Heliocare,Helicare Ultra

Dopo il siero applico direttamente la crema solare. Ne ho provate tante nel corso degli anni ed ho capito che per i miei gusti sono meglio le creme con schermo minerale. Certo non sono pratiche,sono più difficili da spalmare e sbiancano il viso da morire,ma da quando le uso mi sento più protetta. Attualmente sto utilizzando la crema minerale di Avene spf 50+ che contiene solo filtri fisici. Non è naturale o ecobio,ma mi ci trovo molto bene e da quando la uso (anche sul corpo quella specifica), non mi sono mai scottata e le macchie sono completamente a bada.

Quando sono in città e devo truccarmi per andare al lavoro o uscire,cerco di applicare sempre un fondotinta senza spf. Mi sono documentata a lungo sulla questione ed ho scoperto che non bisogna mai sovrapporre filtri chimici diversi. Sembra una sciocchezza,ma ho notato davvero la differenza tra prima e adesso: in passato usavo sempre fondotinta con i classici spf (15,20,30),che sono del tutto inutili poichè comunque la protezione solare per funzionare da schermo deve essere applicata in quantità abbondanti sulla pelle,ed a meno che non vogliamo uscire con una mascherone non applicheremo mai la giusta quantità di fondotinta che ci consentirebbe di essere davvero protette. Inoltre applicare un fondotinta con spf 20 o 30 dopo aver applicato una crema solare diversa potrebbe alterare la composizione chimica dei filtri rendendoli instabili.  Non sono certo un chimico e non sono in grado di darvi una spiegazione scientifica però se navigate nel web troverete sicuramente articoli più tecnici. 
L'ideale sarebbe utilizzare un fondotinta minerale,tuttavia a causa della mia pelle a tendenza secca il fondotinta minerale purtroppo non fa proprio per me (mi secca da morire la pelle),quindi le mie alternative sono i classici fondotinta senza spf. Tra quelli che uso io c'è il Mac Face and body e il Nars Sheer Glow,ma ne esistono diversi in base alle specifiche esigenze di pelle.

Melasma, trattamenti antimacchie,macchie solari, picnogenolo,Vitamina C, Caudalie, Caudalie Poliphenol c15, Avene,Avene minerale spf 50+,Heliocare,Helicare Ultra

L'innovazione più importante  che ha cambiato la mia routine riguarda l'introduzione degli integratori solari.  Su consiglio del mio dermatologo li ho sempre assunti prima delle vacanze al mare per evitare l'insorgenza di eritemi (essendo un fototipo I per me l'esposizione solare è sempre andata di pari passo con l'eritema).Quest'anno  ho iniziato ad assumere l'Heliocare Ultra,un fotoimmunoprotettore specifico per soggetti a rischio eritemi (Fototipo I e II),non solo quando mi espongo direttamente al sole,ma in via preventiva da metà primavera (e continuerò fino ad autunno inoltrato). Questo,come molti altri integratori solari  ha un forte potere antiossidante,ed essendo ricco di Vitamina C,Luteina e Licopene  protegge la pelle dai radicali liberi e dalle radiazioni nocive( ovviamente non va a sostituire la protezione solare che va sempre e comunque applicata!!!).

martedì 12 luglio 2016

L'Oreal Revitalift Filler siero + trattamento



I 30 si avvicinano sempre più inesorabilmente   e sebbene continui a sentirmi ancora una diciottenne  lo specchio mi riporta ogni mattina alla cruda realtà.

Devo dire che posso ritenermi fortunata poichè finora non ho mai avuto problemi di rughe e zampe di gallina. Forse devo ringraziare i miei genitori che mi hanno trasmesso dei buoni geni,o forse il fatto che avendo  la pelle  secca ho sempre usato con molta costanza prodotti idratanti. 

Tuttavia  il mio problema principale rimangono le macchie cutanee (soffro di melasma ormai da circa due anni), che sono tra le cause principali di invecchiamento della pelle.Sebbene quindi io ancora non abbia rughe vere e proprie,la mia pelle da quando ha iniziato a macchiarsi inevitabilmente è diventata più soggetta all'invecchiamento precoce,e quindi ho da subito deciso di correre ai ripari. 

Ho cercato di intervenire su più fronti, iniziando da un'alimentazione ricca di frutta e verdura, cercando  di bere molta acqua per mantenere il giusto livello di idratazione dell'epidermide.

mercoledì 6 aprile 2016

Monthly Favorites: Winter Edition



Lo ammetto sono pessima: l'ultimo appuntamento con i preferiti del mese risale al lontano autunno....me ne vergogno tanto... loggiuro!!!

Con la coda tra le gambe e l'espressione da Gatto con gli stivali che fa gli occhini a Ciuchino,mi accingo a farvi un mega sunto dei prodotti che ho più amato negli ultimi mesi.


Partendo dai prodotti per la base non posso non tessere le lodi al mio fondotinta invernale per eccellenza: il Mineralize Moisture spf 15 Foundation di Mac.  Si tratta di un fondotinta liquido  altamente idratante dal finish naturale e satinato che aiuta a mantenere un alto livello di idratazione della pelle e la rende luminosa e levigata.La sua formula,che contiene un complesso di 77 minerali,burro di karitè e Vitamina E,lo rende un ottimo prodotto per chi soffre di pelle secca. La coprenza è piuttosto leggera,quindi se avete bisogno di coprire grandi imperfezioni di certo non vi aiuta,ma la sua formula leggera ed idratante conferisce alla pelle un aspetto fresco e naturale.  Grazie all'ampia gamma di colorazioni è impossibile non trovare un colore adatto al proprio incarnato. Io uso la colorazione NW 13,che è dell'esatto colore della mia pelle pallida ( faccio sempre molta fatica a trovare una colorazione giusta,ma con la linea Mineralize di Mac ho risolto ogni problema!).


La pelle secca è il mio peggior problema specie durante la stagione fredda,e trovare una cipria che non mi peggiori la situazione non è sempre facile. Una delle poche ciprie che non mi crea problemi da questo punto di vista è la Mineralize Skinfinish Natural di Mac. Si tratta di una polvere molto leggera ed impalpabile dal finish natural-mat. E' il complemento perfetto per il fondotinta Mineralize perchè essendo leggera e non troppo matificante lo va a fissare senza andare a togliere la sua luminosità. Io la uso nella colorazione Light ed è perfetta per le carnagioni molto chiare. Personalmente ho ancora la versione con il vecchio packaging,ma adesso ne è uscita una nuova dotata di specchietto. E' una cipria che consiglio vivamente a tutte le persone che hanno problemi di pelle secca e spesso devono rinunciare all'uso della cipria.

Dopo essermi trovata benissimo con il fondotinta e la cipria della stessa linea (che uso ormai da diversi anni),quest'inverno ho deciso di provare anche il Mineralize Concealer, sempre di Mac. Mi sono sempre trovata benissimo con il Prologwear,però purtroppo dopo qualche ora mi andava a seccare eccessivamente il contorno occhi. Così su consiglio dei fantastici Mua di Mac l'ho sostituito con il Mineralize e ho risolto finalmente il problema della secchezza. Certo essendo più cremoso è leggermente meno coprente rispetto al Prolongwear,tuttavia non avendo delle occhiaie particolarmente scure il grado di coprenza per le mie esigenze è più che sufficiente. E' il primo correttore che rispetta la delicatezza del mio contorno occhi senza andarsi a depositare nelle linee di espressione. Inoltre,pur non fissandolo con la cipria,riesce a durarmi tutto il giorno. Utilizzandolo nella colorazione NW15 ha anche un effetto leggermente illuminante,per  cui non ho nemmeno bisogno di andare ad utilizzare altri prodotti successivamente.


lunedì 14 marzo 2016

Evening Skincare Routine



 Era da tempo che volevo trattare l'argomento skincare sul blog,anche perchè dall'ultima volta che ve ne ho parlato è passato diverso tempo e le mie abitudini sono in parte cambiate. 
Per non annoiarvi troppo ho pensato di trattare l'argomento in due post diversi. 
Oggi vi parlerò della mia routine serale,routine che inizia dalla fase della detersione.

Il primo step della detersione riguarda la fase dello struccaggio,e chi mi segue  un pò già  conosce il mio amore per l'Acqua Micellare Tutto in 1 per pelli sensibili della Garnier.

Da quando è uscita sul mercato italiano è diventata per me un #maipiùsenza e non posso davvero farne a meno.
Di acque micellari ne ho provate davvero di tutti i tipi,ma questa della Garnier è sicuramente quella che coniuga in maniera perfetta efficacia, delicatezza e  convenienza.
In genere i prodotti indicati per le pelli più sensibili hanno un'efficacia minore, mentre l'Acqua Micellare della Garnier riesce a rimuovere qualsiasi traccia di trucco rispettando la sensibilità della mia pelle.  Chi ha la pelle sensibile sa bene quanto sia fondamentale scegliere un prodotto che non la irriti,e non è mai facile trovare un giusto equilibrio.
Con quest'acqua micellare basta una passata e il make up viene completamente rimosso,senza che la pelle si arrossi minimamente.
E' delicatissima anche per gli occhi: i miei sono esageratamente sensibili,eppure non ho mai avuto nessun tipo di problema con questo prodotto.
In realtà con il tempo ho scoperto che quest'acqua  è perfetta anche per la pulizia dei pennelli: quando vado di corsa uso l'acqua micellare al posto del brush cleanser e riesco ad ottenere risultati ottimi.
In base alla mia personale esperienza  l'Acqua Micellare di Garneir è il miglior struccante in commercio,anche perchè ha davvero un prezzo competitivo ( l'ultima confezione l'ho trovata addirittura a 3,50 €!) ed è facilmente reperibile anche nei supermercati.

domenica 10 gennaio 2016

Nabla Artika Collection

Nabla Artika Collection

Era molto che stavo cercando di tornare a scrivere sul blog,e così ho pensato di iniziare il nuovo anno parlandovi di una delle collezioni più belle di questo caldo inverno: l'Artika Collection di Nabla. Sicuramente il post è abbastanza anacronistico visto che la collezione è uscita un mesetto fa circa,ma proprio perchè ho avuto questo arco di tempo per testarne i prodotti ho deciso di parlarvene.

Nabla Artika Collection

Sicuramente tutte conoscerete la nuova collezione di Nabla Cosmetics,quindi eviterò di dilungarmi su inutili introduzioni e passerò subito a parlarvi dei prodotti in mio possesso.

La collezione Artika è ispirata ai colori dei paesaggi glaciali ed è composta da 8 ombretti,4 rossetti Diva Crime e 3 crème shadow.



Nabla Artika Collection

Partiamo dai rossetti. La formula è quella classica dei Diva Crime: intensi e coprenti già con una sola passata,cremosi e scorrevoli ma al tempo stesso a lunga durata. Molto confortevoli ed idratanti,con il passare dei minuti si opacizzano e si fissano alle labbra per ore. 
I colori in mio possesso sono due: Kernel e Rock'n' Nude.


Per quanto riguarda Kernel,Nabla lo descrive così: " Una tonalità plumbea di rosso-mattone.Un bordeaux che reinterpreta gli anni novanta in chiave ultramoderna".

Con Kernel è stato amore a prima vista. E' un colore particolare e a mio avviso davvero elegante. Varia molto da persona a persona in base alla pigmentazione delle labbra.Ho visto che sulla maggior parte delle persone spicca molto la componente rosso-prugna. Mentre su di me ad esempio spicca tantissimo la componente mattone. Un colore perfettamente in linea con il mood invernale.


Rock'n'Nude invece viene descritto così: "Un nude freddo con patinatura grigia,molto originale.Dona facilmente poichè la sua base nude è neutra,mentre l'accento grigio è dato semplicemente dalla superficie che si armonizzerà senza fatica su ogni tipo di carnagione."

Anche Rock'n'nude è un colore molto bello,tuttavia non lo trovo così facile da portare, per lo meno sulle carnagioni molto pallide come la mia è necessario bilanciarlo bene ai colori del resto del trucco per non avere un risultato troppo spento. Tuttavia con le dovute accortezze questo colore è una bomba! 

Nabla Artika Collection

Tra gli ombretti in crema proposti nella collezione,io posseggo Birki: è esattamente come lo descrive Nabla,ovvero  un nude color carne in base calda. Appena l'ho visto mi è sembrato molto aranciato,ma in realtà swatchato rimane molto più soft ed è decisamente color carne. E' perfetto come base oppure usato da solo su tutta la palpebra. Credo che sia la tonalità dei Creme Shadow che sto usando di più. 
Amo applicarlo con le dita e si asciuga in un batter di ciglia. Mi piace anche in combo con Mellow.
E' diventato il mio ombretto da tutti i giorni: lo applico,passo un pò di mascara e vado a lavoro,tanto posso contare su di lui che mi assiste fino a sera!

Nabla Artika Collection

Una chicca della nuova collezione è sicuramente la Liberty Six glitterata: non potevano pensare ad una palette più adatta per custodire i nuovissimi ombretti della collezione Artika!

Gli ombretti in mio possesso sono i seguenti : 

CHATTER MARK: un grigio piombo- carta da zucchero. Si tratta di un ombretto bright,molto luminoso e pigmentato,che riflette la luce grazie alle sue perle e dona tridimensionalità allo sguardo. E' un grigio metallico che adoro ustilizzare per creare degli smokey intensi ma luminosi.

FAHRENHEIT:un intenso rosso pompeiano. Uno dei colori in assoluto più belli della collezione. Il finish è soft matte,quindi completamente opaco,ed è perfetto per creare ombreggiature e dare intensità allo sguardo. L'ombretto è molto pigmentato,ma con le dovute accortezze è possibile creare giochi di colore davvero soft e sofisticati.

WATER DREAM: un top coat nude effetto bagnato con perle riflessate. E' sicuramente il colore rivelazione della collezione. E' stato studiato per riflettere la trasparenza e la brillantezza dell'acqua,e donare il tipico effetto bagnato sulla palpebra. Non ci sono glitter,ma un'esplosione di micropagliozze dorate che danno una luminosità abbagliante allo sguardo. E' fantastico da solo,ma può anche essere sovrapposto ad altri ombretti per renderli più luminosi. Favoloso!!!

MELLOW: delicato duochrome con riflesso oro-rosa. Ha un finish satin ed è ormai il mio ombretto da tutti i gironi. Lo amo sovrapposto dia a Birki che a Bakery per un look estremamente semplice da tutti i giorni. E' sicuramente l'ombretto che sto usando di più da un mese a questa parte.

DESIRE: un oro rosa di media tonalità. Sempre dal finish bright,è un ombretto molto delicato ma al tempo stesso davvero luminoso.Certo non sarà un colore indimenticabile o chissà quanto particolare,però è molto versatile e può essere usato in moltissimi modi.

CIRCLE: un malva desaturato di media tonalità. Anche in questo caso si tratta di un soft matte. E' un colore che sto sfruttando tantissimo come ombretto di transizione. Mi piace molto anche la morbidezza della sua texture,cosa abbastanza rara per un ombretto opaco.

Nabla Artika Collection


Nabla Artika Collection swatches

Tirando le somme devo dire che sono rimasta davvero affascinata dalla collezione Artika di Nabla. La trovo molto completa e bilanciata,soprattutto amo l'armonia tra le tonalità fredde e quelle più calde. Adoro Kernel tra i rossetti,amo la praticità e versatilità di Birki e nutro amore folle nei confronti di Water Dream e Fahrenheit. Continuo a sostenere che sia una delle collezioni più belle ed eclettiche dell'intera stagione invernale.

E voi cosa ne pensate della collezione? Quali sono i pezzi che avete preso e di cui vi siete innamorate?
Vi abbraccio e vi auguro un buon inizio 2016!!!

*I prodotti mi sono stati inviati dall'azienda a scopo valutativo. Non ricevo compenso monetario per questo post e quelle espresse sono le mie personali  opinioni